Intervista a Max Dedo, il cantautore italiano ci parla del suo nuovo singolo “Inverno Maledetto” e di come per lui è un messaggio positivo, per allontanare le negatività e andare oltre.

Brano melodico e nostalgico che precede l’uscita dell’album “Un posto vero” nel prossimo mese di Dicembre.

Il disco, racconta Dedo, sarà composto da 11 canzoni come se fossero episodi di una serie televisiva che narrano una storia vera, di vita vera, da lì dunque, il nome dell’album.

Il violinista tedesco a Roma per presentare il suo nuovo progetto crossover

Per David Garrett non c’è territorio musicale che non possa essere esplorato: da Purple Rain alla Quinta di Beethoven, per lui e il suo violino le possibilità sono infinite. Il violinista tedesco, classe 1980, ha conquistato il pubblico di tutto il mondo e deve la sua fama al suo modo di fare crossover: una sapiente miscela di generi che annulla i confini tra la musica classica e il pop/rock. Ma Garrett è apprezzatissimo anche per le sue composizioni originali come Furious ed Explosive e, proprio quest’ultima, ha dato il titolo a un disco del 2015 di grande successo che lo ha portato in tour anche in Italia un anno dopo.

L’artista napoletano presenta l’acquisizione digitale del Fondo a lui intitolato con una conferenza cantata

Una conferenza stampa cantata in cui la prosa si trasforma in musica e la musica in prosa: l’idea è dell’artista napoletano Mauro Gioia che, lo scorso 22 Settembre presso l’Auditorium dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi di Roma (ICBSA), ha festeggiato la tradizione musicale partenopea ma anche la tecnologia, grazie alla quale la musica napoletana approderà su internet.

Mike Sponza parla del suo nuovo album “Made in the Sixties” uscito lo scorso 22 giugno, una dichiarazione d’amore melodica alla decade che più l’ha affascinato,gli anni ’60. L’album è composto da 10 tracce una per ogni anno, di cui racconta minuziosamente i dettagli più belli e anche quelli brutti, il tutto in una chiave blues. Intrattenere e divertire  sono per lui due imperativi, soprattutto sul palco, per comunicare con il pubblico, per lasciare loro la felicità, quella che prova lui stesso ogni volta che suona. Mike si racconta e racconta il nuovo album, dallo studio sugli anni ’60, alla realizzazione della melodia e del testo, alle collaborazioni con artisti di fama mondiale (Pete Brown, Dana Gillespie), fino ai progetti futuri. Grinta, vivacità, tenacia, forza e malinconia, tutto questo è Mike Sponza, tutto questo è il suo nuovo album “Made in the Sixties”.

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…