2 years ago
  • Share

Vini raccontano la storia d’Italia, 1000 etichette in mostra

Bottiglie che contengono un volto, il viso di chi le produce. Vini che raccontano storie di terra e lavoro. Sono le immagini alla base della terza edizione della mostra mercato del vino artigianale organizzata dalla Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (Fivi), che si presenta al pubblico di Piacenza Expo ricca di novità.

La grafica realizzata dall’illustratrice Monica Zani  accompagna partecipanti e visitatori in un viaggio attraverso i filari della Penisola: dalle montagne della Valle D’Aosta al sole della Sicilia. Per scoprire oltre mille etichette, vitigni poco conosciuti o grandi classici italiani e internazionali. Soprattutto, incontrare e conoscere piccoli ma straordinari artigiani che curano i loro prodotti dalla vigna alla cantina. Fino ad accompagnarli sulla nostra tavola.
Tutto questo ha il significato di credere nella terra e nelle proprie capacità di valorizzarla, impegnarsi e farcela nonostante la burocrazia soffocante, leggi e norme sbagliate, crisi  economica. “Luogo, vigna, uomo. Su questo percorso si muove chi produce vino – spiega Giorgio Melandri, curatore della mostra – i vignaioli sono gli artigiani del vino e sentono il bisogno di raccontare direttamente cosa c’è dietro a quelle bottiglie. I sogni, i sacrifici, gli uomini, i fallimenti anche. La manifestazione è un’opportunità per conoscerli, un’esperienza che cambia il rapporto col vino: non più semplicemente buono o cattivo, ma testimone di stile e linguaggio.”
Nel corso delle due giornate della mostra, dalle 11 alle 19, i visitatori potranno incontrare 240 vignaioli da 16 regioni italiane. Tutti i più importanti territori del vino nazionale saranno rappresentati. Mentre, per le pause di gusto, saranno a disposizione gli artigiani del cibo con tipicità gastronomiche, salumi, formaggi, cioccolato e pani tradizionali.
In programma anche sei incontri in cui gli artigiani del vino dialogano con i colleghi di altri settori. Incontri-degustazioni dedicati all’approfondimento del concetto di artigianato, presentati da firme del giornalismo enogastronomico italiano. Temi affrontati da vignaioli Fivi come Elisabetta Foradori, Walter Massa, Leonildo Pieropan e Ampelio Bucci, e personaggi del mondo gastronomico come il pastaio Gaetano Verrigni, il torrefattore bolognese Leonardo Lelli e lo chef Massimo Spigaroli. Con loro anche la stilista Monica Benini, la ceramista Isabella Bovina e il calzolaio Massimiliano Mazzucchi.    Non manca la tavola con salumi, ricette e piatti di uno dei grandi luoghi del cibo dell’Emilia, ‘L’antica Corte Pallavicina’ dei fratelli Luciano e Massimo Spigaroli. Partner dell’iniziativa ‘Acqua Levico’, pura espressione del territorio Trentino, vicina ai vignaioli Fivi nel rispetto per l’ambiente e nella valorizzazione del territorio e delle sue risorse.

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…