8 months ago
  • Share

Metti La Nonna In Freezer Featured

Metti La Nonna In Freezer Metti La Nonna In Freezer (C) Silvia Gerbino

Dal 15 Marzo al cinema, il primo film di Giuseppe G. Stasi e Giancarlo Fontana, con Fabio De Luigi e Miriam Leone

Debutta nelle sale cinematografiche il prossimo 15 Marzo, per 01 Distribution, Metti La Nonna in Freezer, opera prima diretta da Giuseppe G. Stasi e Giancarlo Fontana.

Un debutto alla regia convincente quello dei due registi, che portano sul grande schermo una black comedy con sfumature romantiche, che fa ridere e riflettere. La protagonista è Claudia, una giovane restauratrice che vive grazie alla pensione della nonna, Birgit: se non fosse per lei sarebbe costretta a chiudere la sua piccola attività e a licenziare le sue due collaboratrici e amiche. Quando Birgit muore improvvisamente, Claudia si vede costretta a mettere in piedi una truffa per evitare la bancarotta: congelare la nonna e continuare a percepire la sua pensione, almeno per un po’. Potrebbe passarla liscia, se non incontrasse per caso Simone Recchia, un finanziere maldestro, ma incorruttibile, che s’innamora di lei. Tra bugie ed equivoci, Claudia si ritroverà a nascondere all’uomo il macabro contenuto del suo congelatore.

Il film, scritto da Fabio Bonifacci, prende spunto da recenti fatti di cronaca. I ruoli di Claudia e Simone sono interpretati da Miriam Leone e Fabio De Luigi, mentre Barbara Bouchet veste i panni della nonna. I due registi hanno presentato il film questa mattina, insieme allo sceneggiatore Fabio Bonifacci e al cast principale, composto da Fabio De Luigi, Miriam Leone, Lucia Ocone, Marina Rocco e Barbara Bouchet.

Giuseppe, questo è il vostro debutto nel lungometraggio: perché avete deciso d’inoltrarvi in un territorio pericoloso come quello della commedia?

Giuseppe G. Stasi: «In Italia si fa poca black comedy ed è questa sfumatura della commedia che c’interessava esplorare. Ci siamo trovati di fronte a una doppia sfida: quella di confrontarci con la tradizione proveniente dai paesi anglosassoni e quella di mettere in scena una storia totalmente italiana.»

Giancarlo, guardando il film il primo titolo che viene in mente è Weekend Con Il Morto: vi siete ispirati a questo film o avevate altri punti di riferimento?

Giancarlo Fontana: «Weekend con il Morto è un film che adoro, ma non è un riferimento esplicito. Diciamo che ci siamo ispirati a diversi film, a volte inconsciamente e nelle singole scene. Per esempio, Giuseppe ha riguardato qualche giorno fa Lo Squalo di Steven Spielberg e mi ha fatto notare che abbiamo girato una scena in un modo molto simile.»

Fabio, nella tua sceneggiatura spicca il personaggio di Simone, un uomo tutto d’un pezzo in un mondo di disonesti. Ci parli di lui?  

Fabio Bonifacci: «Volevo che Simone fosse un timido, un romantico, ma anche un incorruttibile alle prese con la più difficile delle scelte: quella tra l’amore e la legge. Il messaggio, in un certo senso, è ironico e allo stesso tempo amaro: un onesto in un mondo di corrotti ha una vita difficile.»

Miriam, ti vediamo più spesso in ruoli drammatici, ma sembra che questa esperienza ti abbia divertito: c’è la speranza di rivederti in altre commedie?

Miriam Leone: «Per il momento mi godo quello che mi ha dato questo film. Certo, è un’esperienza che mi piacerebbe ripetere, ma è troppo presto per parlare.»

Fabio, per te questo è un ruolo al limite: il film è una black comedy, ma anche una commedia sentimentale. Come hai trovato un equilibrio tra la componente romantica e quella comica?

Fabio De Luigi: «Devo dire che è stata la cosa più difficile: la comicità nasce dai paradossi e quindi si tende sempre calcare la mano, per strappare la risata. Il problema, in questo caso, non era tanto far ridere, quanto rendere credibile tutto il resto.»

Barbara, nel film hai poche scene, ma significative: come ti sei trovata nei panni di questa nonna?

Barbara Bouchet: «Bene, anche se si tratta di un ruolo breve. Io mi lamento spesso perché nel mondo del cinema sembra mi sia rimasta addosso questa immagine associata al sesso, ma io negli anni sono cambiata, sono un’altra donna. Vorrei interpretare personaggi della mia età e purtroppo pochi copioni vanno in questa direzione. Ecco perché ho accettato di fare questo film: anzi, spero che mi propongano altri ruoli di questo tipo.»

------------------------------------------------------------------------------------------------
Metti la Nonna In Freezer - Trailer

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…