10 months ago
  • Share

RFF12: Who We Are Now Featured

Il dramma indie di Matthew Newton privilegia la spontaneità a scapito delle storie dei protagonisti 

È stato presentato questa mattina alla Festa del Cinema di Roma Who We Are Now, dramma indie scritto e diretto da Matthew Newton, applaudito all’ultimo Festival di Toronto.

Come molti film low-budget il regista sembra affascinato dalle storie di gente comune alle prese con le difficoltà della vita.

La protagonista di Who Are We Now è Beth, una ex detenuta cerca di ottenere la custodia del figlio affidato alla sorella Gabby e al suo compagno: è stata lei a crescere il bambino mentre la donna era in prigione e ora è riluttante a farla rientrare nella vita del ragazzino. Beth fatica a trovare un lavoro fisso per garantire un futuro a suo figlio e intanto stringe una relazione con un Peter, un marine spaventato dalle relazioni umane. Mentre l’avvocato d’ufficio Jess, donna idealista e testarda, cerca di convincere Beth a trovare un modo per vincere la causa, lei si troverà sempre più esitante davanti a una vita che, di fatto, non è più la sua.

Uno dei pregi del film è quello di riuscire a creare dei momenti di spontaneità: gli scambi tra gli attori sono estremamente naturali grazie alla sceneggiatura e alle ottime interpretazioni di Julianne Nicholson (nei panni di Beth), Emma Roberts, Zachary Quinto e Jimmy Smits.

Ma Newton non scava abbastanza nelle vite dei protagonisti: ce li presenta, ci racconta che relazioni hanno tra loro e li segue nelle loro sfide quotidiane, ma non si sofferma a spiegarci cosa gli è successo prima. A farne le spese è la vicenda centrale del film, ma anche le storie dei singoli personaggi, soprattutto quella di Beth, di cui Newton ci dice molto, mai abbastanza.

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…